Applicabilità dei Sisma ed Eco Bonus anche gli Immobili Commerciali

0

Con la risoluzione n. 34 dello scorso 25 giugno l’Agenzia delle entrate ha finalmente posto la  parola fine a una annosa questione: la fruizione delle agevolazioni in commento sugli immobili merce. 

Sul tema l’Amministrazione si era già espressa con 3 provvedimento di prassi aventi il seguente tenore: 

– la circolare 36 del 2007 con la quale l’Agenzia delle entrate delimitava la fruizione della detrazione ai lavori effettuati sui fabbricati strumentali; 

– la risoluzione 303 del 2008 con la quale l’Agenzia escludeva dall’agevolazione le società esercenti attività di costruzione e ristrutturazione edilizia per i lavori effettuati su immobili merce; 

– la risoluzione 340 del 2008 con la quale l’Agenzia escludeva dall’agevolazione da parte delle imprese immobiliari di gestione sugli immobili che concedono in locazione; 

Con la risoluzione 34 del 2020, l’Agenzia, cambiando il suo orientamento consente che le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica ai titolari di reddito d’impresa che effettuano gli interventi sia su immobili strumentali, sia merce, sia patrimonio (anche se concessi in locazione.

Alla base del proprio cambio di orientamento la stessa Agenzia cita diversi arresti giurisprudenziali e in particolare evidenzia la posizione della Cassazione secondo la quale: 

– le norme di riferimento non pongono alcuna limitazione di tipo oggettivo o soggettivo alla detrazione fiscale per i lavori di miglioramento energetico; 

– la distinzione tra immobili strumentali, merce e patrimonio ha solo valenza contabile e fiscale.