Autotrasporto merci conto terzi Contributi a Fondo perduto fino a 150.000 euro per azioni di formazione professionale

Finalità del bando

Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. Finanziamento a fondo perduto per nuove azioni di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto di merci per conto di terzi – Annualità 2021.
Il bando stabilisce le modalità di assegnazione delle risorse da destinare all’agevolazione per nuove azioni di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto di merci per conto di terzi per l’annualità 2022.

Beneficiari

Sono beneficiarie della misura le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, i cui titolari, soci, amministratori, nonche’ dipendenti o addetti inquadrati nel Contratto collettivo nazionale logistica, trasporto e spedizioni, partecipino ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale volte all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa, alle nuove tecnologie, allo sviluppo della competitività ed all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro. 

Interventi ammessi

Le iniziative sono realizzate attraverso piani formativi aziendali, oppure interaziendali, territoriali o strutturati per filiere; in tali casi, al momento della presentazione della domanda, è necessario specificare la volontà di tutte le imprese coinvolte di partecipare al medesimo piano formativo, nonchè esplicitare l’articolazione interaziendale, territoriale o per filiera del progetto da realizzare. Indipendentemente dal piano formativo proposto, possono essere oggetto di finanziamento esclusivamente le attività di formazione dirette ai destinatari che possiedano i requisiti richiesti.

Da tali iniziative sono esclusi i corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto. Non sono concessi aiuti alla formazione organizzata dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

Agevolazione

Contributi a fondo perduto nelle seguenti misure:

  • euro 15.000 per le microimprese (che occupano meno di dieci unità);
  • euro 50.000 per le piccole imprese (che occupano meno di cinquanta unità);
  • euro 100.000 per le medie imprese (che occupano meno di duecentocinquanta unità);
  • euro 150.000 per le grandi imprese (che occupano un numero pari o superiore a duecentocinquanta unità).

 I raggruppamenti di imprese possono ottenere un contributo pari alla somma dei contributi massimi riconoscibili alle imprese, associate al raggruppamento, che partecipano al piano formativo, con un tetto massimo di euro 400.000.

Per la determinazione del contributo si terrà altresì conto dei seguenti massimali:

a) ore di formazione: trenta per ciascun partecipante;

b) compenso della docenza in aula: centoventi euro per ogni ora;

c) compenso dei tutor: trenta euro per ogni ora;

d) servizi di consulenza a qualsiasi titolo prestati: 20 per cento del totale dei costi ammissibili. 

Fermi restando i suddetti massimali, le spese complessive inerenti all’attività didattica di cui: personale docente, tutor, spese di trasferta, materiali e forniture con attinenza al progetto, ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota parte da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione e costo dei servizi di consulenza, dovranno essere pari o superiori al 50 per cento di tutti i costi ammissibili.

La dotazione finanziaria è di euro 5.000.000,00.

Scadenza

Domande presentabili fino al 18 maggio 2022.