Circolare Dpcm 4 Novembre 2020

In data 06/11/2020 entrerà in vigore il D.P.C.M. del 04 novembre 2020 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 05/11/2020), contenente ulteriori misure volte al contenimento della pandemia di coronavirus in atto in Italia. 

All’interno dell’atto, vengono individuate tre zone (giallo, arancio, rosso) ove vengono inserite le varie regioni, in base alla situazione epidemiologiche nei singoli territori. Tale suddivisione potrà subire modifiche in base all’andamento dell’epidemia.

 

Attività Industriali

Le attività produttive industriali potranno continuare a svolgersi, indipendentemente dalla loro ubicazione in una delle zone su indicate, a condizione del rispetto del contenuto dei vari protocolli prescritti dalle varie normative.

 

Zona Gialla

A questo zona appartengono le seguenti regioni:

  • Abruzzo, 
  • Basilicata, 
  • Campania, 
  • Emilia-Romagna, 
  • Friuli-Venezia Giulia, 
  • Lazio, 
  • Liguria, 
  • Marche, 
  • Molise, 
  • Provincia di Trento e Bolzano, 
  • Sardegna
  • Umbria, 
  • Toscana, 
  • Veneto

 

All’interno di tale zona:

  • Non è consentito alcun spostamento dalle ore 22.00 alle ore 5.00. Sono, comunque, consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.
  • I locali aperti al pubblico e tutti gli esercizi commerciali hanno l’obbligo di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo. 
  • Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente. 
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto nonché le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. 
  • Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurata, oltre al rispetto dei protocolli e linee guida, la distanza interpersonale di almeno un metro. Gli ingressi dovranno avvenire in modo dilazionato, e dovrà essere impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni. Nelle giornate festive e prefestive saranno chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. 
  • Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, non conviventi. A partire dalle ore 18,00, sarà consentito sia la consegna a domicilio che l’attività di asporto (sino alle ore 22,00). È, comunque, vietata, dopo le 18,00 la consumazione sul posto o nelle adiacenze.
  • Sono, comunque, consentiti, senza alcuna limitazione, somministrazione di alimenti e bevande:
    • nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade;
    • negli ospedali e negli aeroporti, 

con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;  

  • Sono consentiti i servizi alla persona, in base alle indicazioni delle Regioni e delle Provincie Autonome.

 

Zona Arancione

Rientrano in questa zona le seguenti regioni:

  • Puglia;
  • Sicilia

 

All’interno di tale zona:

  • È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori regionali salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.
  • È vietato ogni spostamento in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
  • Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto nonché le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. 
  • Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurata, oltre al rispetto dei protocolli e linee guida, la distanza interpersonale di almeno un metro. Gli ingressi dovranno avvenire in modo dilazionato, e dovrà essere impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni. Nelle giornate festive e prefestive saranno chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole;
  • Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). È consentito sia la consegna a domicilio, senza alcuna limitazione, che l’attività di asporto (sino alle ore 22,00).

 

Zona Rossa

Rientrano nella zona rossa le seguenti regioni:

  • Calabria;
  • Lombardia;
  • Piemonte;
  • Valle D’Aosta.

 

All’interno di tale zona:

  • È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori regionali salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute;
  • È vietato ogni spostamento in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
  • Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente. 
  • Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto nonché le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. 
  • Sono sospese le attività commerciali al dettaglio ed i servizi alla persona, fatta eccezione per quelle indicate nel paragrafo “Attività Commerciali Consentite”. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.
  • Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari.
  • Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie). Sono consentite, sino alle pre 22:00, sia la consegna a domicilio che l’attività di asporto.
  • Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

 

 

Attività Commerciali Consentite

  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio 
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  • Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di biancheria personale
  • Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati  Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  • Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  • Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento 
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini 
  • Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
  • Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati 
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono 
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse
  • Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere