Credito Adesso Evolution

Finalità

Regione Lombardia per prevenire le crisi di liquidità delle MPMI causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID 19 promuove all’interno della misura Credito Adesso una linea specifica “Credito Adesso Evolution” finalizzata a supportare il tessuto produttivo lombardo, in maniera ancora più forte, anche in complementarietà con le misure statali per la liquidità, al fine di permettere al sistema di superare questa fase di difficoltà e facilitando l’accesso al credito e la liquidità in tempi rapidi, riducendone altresì il pricing.

 

Beneficiari

I Beneficiari finali devono appartenere ad una delle seguenti categorie:

PMI secondo la definizione di cui all’allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014 (singole e in qualunque forma costituite, ivi comprese le imprese artigiane) che devono:

  • avere sede operativa in Lombardia;
  • essere iscritte al registro delle imprese;
  • essere operative da almeno 24 (ventiquattro) mesi;
  • avere una media dei ricavi tipici, risultante dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda di partecipazione, pari ad almeno euro 400.000,00;
  • svolgere l’attività di cui a uno dei codici ATECO 2007 di cui all’Appendice dell’Allegato A della presente Deliberazione.

Liberi professionisti e Studi associati che:

  • hanno avviato la propria attività professionale da almeno 24 (ventiquattro) mesi;
  • hanno eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni di Regione Lombardia;
  • risultano, per tale attività professionale, iscritti all’Albo professionale del territorio di Regione Lombardia (a livello provinciale, regionale, interregionale) del relativo ordine o collegio professionale o aderenti a una delle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell’attestazione di qualità rilasciata ai sensi della medesima legge (elenco Mise);
  • hanno una media dei Ricavi Tipici, risultante dagli ultimi due Esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda di partecipazione, pari ad almeno Euro 120.000,00 (centoventimila/00).

MIDCAP ossia imprese che non rientrano tra le PMI che presentano un organico inferiore a 3.000 dipendenti con le stesse condizioni delle PMI di cui alla lettera a).

Tutti i Beneficiari devono:

  • non rientrare nelle specifiche esclusioni di cui all’art. 1 del Regolamento (UE) n. 1407/2013 per il contributo in conto interessi per abbattimento tassi concesso in regime de minimis;
  • non trovarsi in una delle situazioni di difficoltà ai sensi del regolamento generale di esenzione per categoria al 31 dicembre 2019 per il contributo in conto interessi per abbattimento tassi concesso nell’ambito del Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19.

Importo e caratteristiche finanziamento

Finanziamento chirografario con le seguenti caratteristiche:

• assistito, eventualmente, solo da:

I. garanzie personali (ivi incluse quelle rilasciate dai Confidi iscritti nell’elenco di cui all’112 bis TUB ovvero all’albo unico di cui all’art. 106 TUB vigente che non siano cofinanziatori della  specifica operazione);

II. garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia;

III. altre garanzie pubbliche e/o personali (ad esempio rilasciate da CDP-COSME);

• con un valore nominale compreso tra 100.000,00 euro   800.000,00 euro per le PMI elevabile a 1.500.000,00 per le MIDCAP; per i soli liberi professionisti e gli studi associati l’importo del finanziamento è compreso tra 18.000 euro e 200.000 euro; il valore minimo del finanziamento per le PMI potrà essere ridotto nel limite del 25% da Finlombarda S.p.a. in raccordo con la Direzione Sviluppo Economico per limitare gli effetti dell’emergenza COVID-19 con una riduzione conseguente della media dei ricavi tipici;

• e sarà dettagliato nel provvedimento attuativo.

• erogato in co-finanziamento tra il sistema bancario o i Confidi ex art. 106 T.U.B. e Finlombarda S.p.A. con una quota di quest’ultima compresa tra il 40% e il 50%; la quota diFinlombarda potrà essere determinata, su richiesta del funding partner, sulla base dei loro tempi di deliberazione dei finanziamenti, ossia 40% se deliberati entro 30 giorni e 50% entro se deliberati 10 giorni;

durata compresa tra 24 mesi e 72 mesi di cui preammortamento fino a 24 mesi;

• erogato a tassi pari ad un parametro base più uno spread da definire sulla base di una griglia predefinita da Finlombarda S.p.A. nell’Avviso per le imprese richiedenti in funzione delle classi di rischio;

• il singolo Finanziamento richiesto non potrà superare il 25% (venticinque per cento) della media dei ricavi tipici risultanti dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda; tale requisito potrà essere rivisto da Finlombarda S.p.a. in raccordo con la Direzione Sviluppo Economico per limitare gli effetti dell’emergenza COVID-19 sul fatturato delle imprese (ad esempio utilizzando gli ultimi 3 esercizi contabilmente chiusi) e sarà dettagliato nel provvedimento attuativo.

Caratteristiche del contributo

Contributo in conto interessi per l’abbattimento tassi nella misura massima del 3% e, comunque, in misura tale da non superare il tasso applicato al Finanziamento sottostante.

Gli aiuti “de minimis” sono cumulabili con aiuti di Stato concessi per gli stessi costi ammissibili.

L’erogazione del finanziamento avviene in un’unica soluzione anticipata.

Il contributo in conto interessi è erogato in un’unica soluzione nei limiti delle risorse disponibili sugli esercizi finanziari 2020, 2021 e 2022.