Investimenti a Favore della Crescita e dell’Occupazione

La Misura intende favorire, tramite sostegno finanziario, il rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo, attraverso l’attrazione e lo sviluppo di investimenti diretti, idonei a sviluppare l’indotto e le filiere di fornitura, ad agire da volano per il consolidamento del tessuto imprenditoriale locale e a creare nuovi posti di lavoro diretti e indiretti.

  1. Micro, Piccole e Medie Imprese non ancora attive in Piemonte che intendono realizzare un nuovo investimento in Piemonte;
  2. presenti in Piemonte che hanno delocalizzato la produzione all’estero e che intendano reinsediarsi mediante un nuovo investimento in Piemonte;
  3. già presenti in Piemonte che intendono realizzare un nuovo investimento  per diversificare funzionalmente la produzione esistente.

Altri requisiti dei beneficiari:

  • la sede destinataria dell’intervento deve avere un codice di attività primario ATECO 2007 compreso tra quelli elencati nel Bando;
  • se l’attività è nuova il possesso del requisito va dimostrato entro la data di conclusione dell’intervento;
  • imprese non soggette a procedure concorsuali o a liquidazione volontaria.

I beneficiari del presente Bando che realizzino un investimento applicabile a contesti produttivi appartenenti ai settori individuati dalla strategia S3 regionale anche in modo non esclusivo, potranno inoltre sostenere la ricaduta occupazionale mediante la Misura b) “Contributi a fondo perduto per sostenere la ricaduta occupazionale degli investimenti finanziati con la Misura “Sostegno finanziario all’attrazione e al radicamento di investimenti in Piemonte” in regime “de minimis”.

Vengono agevolati investimenti in attivi materiali (acquisto immobili già esistenti, opere murarie, impianti, macchinari e attrezzature) e progetti di ricerca e sviluppo (spese di personale, spese generali).

Gli investimenti devono generare entro 24 mesi dalla data di concessione nuova occupazione (differenza tra ULA rilevate dall’ultimo esercizio chiuso prima della presentazione della domanda e le ULA rilevate entro 24 mesi dalla data di concessione), che va mantenuta per almeno 24 mesi dalla conclusione dell’investimento, pena la revoca dell’agevolazione.

E’ in fase di attivazione la LINEA B, che prevede un contributo a fondo perduto per il 100% dei costi ammissibili, con il limite massimo di 20.000 euro per ogni nuovo occupato.

Finanziamento agevolato per il 100% del totale progetto (spese di investimento e/o ricerca e sviluppo ammesse) IVA esclusa, costituito da una quota regionale del 70% a tasso 0 e una quota bancaria del 30% a tasso convenzionato), con i limiti indicati in tabella.

Le domande si presentano via Internet dalle ore 9.00 del 18 giugno 2018.

Per maggiori informazioni sul bando contatta uno dei nostri intermediari abilitati in materia di finanza agevolata.