Invio dei dati delle spese sanitarie del primo semestre 2021, Scadenza Prorogata all’8 Febbraio

Invio dei dati delle spese sanitarie 2022: si ritorna all’obbligo semestrale, dal 2023 obbligo Mensile

Scadenza termine per la trasmissione al sistema Tessera Sanitaria

Si ricorda che domani scade il termine per la trasmissione al sistema Tessera sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel secondo semestre 2021.

Per i dati 2022 ritorna l’obbligo semestrale.

In particolare il Decreto RGS del 2 febbraio dispone le seguenti scadenze:

– invio entro il 30 settembre 2022, per le spese sostenute nel primo semestre dell’anno 2022;

– invio entro il 31 gennaio 2023, per le spese sostenute nel secondo semestre dell’anno 2022;

– invio entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese  sostenute dal 1° gennaio 2023.

Cambiano anche le scadenze per coloro che non vogliono rendere disponibili all’Agenzia delle entrate i dati delle spese sanitarie sostenute nell’anno 2021, e i relativi rimborsi, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione precompilata. L’opposizione può essere eseguita:

  • per i dati aggregati relativi a una o più tipologie di spesa, fino all’8 febbraio 2022 comunicando alle Entrate, secondo le indicazioni fornite con provvedimento del 6 maggio 2019 (punto 2.4.5), la tipologia di spesa da escludere, il codice fiscale, i dati anagrafici e il numero di tessera sanitaria con la relativa data di scadenza
  • per ogni singola voce di spesa, dal 16 febbraio al 15 marzo 2022, accedendo all’area autenticata del sito web del Sistema Tessera Sanitaria, con le modalità previste dallo stesso provvedimento del 6 maggio 2019 (dal punto 2.4.4).

Infine, il provvedimento prevede lo spostamento dal 9 marzo 2022 al 16 marzo 2022, del termine a partire dal quale il Sistema Tessera Sanitaria mette a disposizione dell’Agenzia delle entrate i dati delle spese sanitarie 2021 e dei relativi rimborsi.