Ispettorato Nazionale del Lavoro: Obblighi di Formazione

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emesso lo scorso 16 febbraio 2022 una Circolare di chiarimenti (in allegato per eventuali approfondimenti) in merito alle recenti modifiche al D.Lgs.81/08 in materia di formazione, addestramento e informazione.

Si riassume la Circolare nei punti più rilevanti:

  • Formazione del Datore di Lavoro:

l’obbligo effettivo decorrerà soltanto dopo che sarà adottato il nuovo Accordo Stato-Regioni previsto entro il 30 giugno prossimo

 

  • Formazione di dirigenti e preposti:

fino all’emanazione del nuovo Accordo Stato-Regioni sopraindicato, la formazione deve essere erogata con le regole attualmente in vigore.

Per i preposti la cadenza biennale dell’aggiornamento è applicabile soltanto dopo il nuovo Accordo Stato-Regioni sopraindicato.

Si prevede che verrà adottato un periodo transitorio, che permetterà di passare dal vecchio regime al nuovo.

 

  • Addestramento:

per i lavoratori per cui è necessario un addestramento (ad esempio: nuovi assunti, o introduzione di nuove mansioni, nuove attrezzature, nuovi impianti, nuovi processi di lavoro, nuovi agenti chimici, nuovi DPI, etc) si sottolinea che l’addestramento deve ora obbligatoriamente prevedere una prova pratica e l’esercitazione applicata delle procedure di sicurezza. 

 

L’attività di addestramento (prova pratica e esercitazione) deve essere obbligatoriamente registrata.

 

La mancata prova pratica e esercitazione sono sanzionate ed equivalgono al mancato addestramento. 

 

Si sottolinea che i nuovi obblighi sull’addestramento sono applicabili per le attività svolte dal 21 dicembre 2021, ovvero da quando sono entrate in vigore le recenti modifiche al D.Lgs.81/08.

 

Ricordiamo infine che, sempre con decorrenza dal 21 dicembre 2021, la mancata formazione e addestramento concomitanti costituiscono violazione grave che può comportare la sospensione temporanea dell’attività imprenditoriale e una sanzione aggiuntiva di € 300 per ogni lavoratore interessato (D.Lgs.81/08, All.I, voce 3 della tabella), ferme restando le sanzioni già esistenti sulla mancata formazione.

 

Per ogni eventuale chiarimento e informazione è possibile contattare l’Ing. Silvia Vitali al seguente indirizzo mail: vitali@shco.it.