Bilanci Aziendali di Esercizio

Il bilancio aziendale di esercizio è uno strumento che permette di analizzare la situazione economica, finanziaria e patrimoniale di un’azienda.

Disciplinato dagli articoli 2423-2435 bis del codice civile, il bilancio di esercizio ha il duplice scopo di rispondere agli obblighi contabili e fiscali previsto dall’ordinamento e mettere a disposizione di operatori esterni ed interni, informazioni sull’andamento dell’impresa.

Il Bilancio  di esercizio è uno strumento che permette di analizzare la situazione economica, finanziaria e patrimoniale di un’azienda.

Disciplinato dagli articoli 2423-2435-bis del Codice Civile, il Bilancio di esercizio ha il duplice scopo di rispondere agli obblighi contabili e fiscali previsti dall’ordinamento e mettere a disposizione di operatori esterni ed interni, informazioni sull’andamento dell’impresa.

Rappresenta inoltre un’occasione molto utile per effettuare una prima analisi in merito alle marginalità dell’azienda, alla sua struttura economica e finanziaria, alla sua Posizione Finanziaria Netta (PFN), al suo Capitale Circolante Netto (CCN), fornendo una preliminare ma indicativa informativa sullo stato di “salute” della Società,

Al fine di redigere un Bilancio di esercizio si rende necessario:

  • verificare la completa rilevazione delle scritture contabili IVA e prima nota;
  • effettuare il controllo dei saldi dei conti di bilancio, controllando anche i partitari clienti/fornitori;
  • registrare le scritture di chiusura ed assestamento;
  • verificare la corretta applicazione dei Principi contabili (nazionali o internazionali a seconda della tipologia di Società) ed eventualmente apportare gli aggiustamenti necessari;
  • redigere una situazione contabile a sezioni contrapposte propedeutica alla successiva elaborazione dei documenti;
  • verificare che tipologia di Bilancio è necessario redigere secondo quanto previsto dal Codice civile (Bilancio ordinario, Bilancio abbreviato o Bilancio per micro imprese);
  • Riclassificare i conti di bilancio secondo gli schemi previsti dagli articoli 2424 e 2425 del Codice Civile;
  • Predisporre i documenti connessi al Bilancio come il Rendiconto Finanziario, la Nota Integrativa, la Relazione sulla Gestione e le eventuali ulteriori relazioni richieste dalla Legge a seconda delle dimensioni della Società.

Il Bilancio di esercizio si compone delle seguenti parti:

  • lo Stato Patrimoniale dell’azienda, il quale si articola in due sezioni: le attività, che rappresentano le risorse disponibili suddivise in base alla loro tipologia (immobilizzazioni, attivo circolante e disponibilità liquide), e le passività, che rappresentano le fonti di finanziamento ed includono anche il capitale apportato dai dai Soci (cd. Patrimonio Netto);
  • il Conto Economico, che include il valore della produzione (tutte le componenti di ricavo derivanti principalmente dall’attività caratteristica dell’impresa), i costi della produzione (rappresentano tutti i costi sostenuti per l’attività caratteristica, raggruppati per categoria: materie prime, costi per servizi, costi del personale, ecc.), i proventi e oneri finanziari (ricavi e costi di natura finanziaria e non strettamente correlati all’attività aziendale), le rettifiche al valore delle attività (svalutazioni e rivalutazioni delle partite ricomprese nello stato patrimoniale attivo) e le imposte;
  • il Rendiconto Finanziario, documento che riassume tutti i flussi di cassa di un’azienda in un determinato periodo, mostrando come l’azienda sia stata in grado di generare e/o assorbire liquidità partendo dal suo risultato d’esercizio;
  • la nota integrativa, documento descrittivo che espone i criteri di valutazione adottati ed i dettagli delle singole voci che compongono lo Stato Patrimoniale ed il conto economico, fornendo ulteriori informative sull’andamento dell’attività aziendale e sulle operazioni effettuate dalla Società, sulla base di quanto previsto dalla normativa applicabile alla stessa;
  • La Relazione sulla Gestione, richiesta esclusivamente per i bilanci redatti secondo le regole ordinarie, espone ulteriori dettagli sull’andamento della gestione e del mercato in cui opera la Società, sulle politiche di mercato, finanziarie e di investimento adottate, sui rischi principali a cui la Società risulta esposta e le connesse politiche di mitigazione del rischio adottate, oltre ad ulteriori informazioni specifiche rischieste dalla Legge.

L’elaborazione della documentazione di Bilancio anzidetta segue i dettami normativi previsti anche per il successivo deposito del Bilancio presso il Registro delle Imprese, includendo quindi l’elaborazione della documentazione secondo il formato XBRL.

L’elaborazione del Bilancio di esercizio viene spesso predisposta per l’analisi di situazioni trimestrale e/o semestrali a seconda della dimensione dell’azienda e delle sue necessità, oppure quando tale elaborazione infrannuale sia richiesta da particolari operazioni socetarie (fusioni, scissioni, liquidazioni, ecc.).

Contatti

Richiedi una consulenza per la tua azienda.

Compila il form e scopri come possiamo aiutarti.

Richiedi una consulenza per la tua azienda.

Professionisti

Il gruppo Clarity vanta al suo interno dottori commercialistirevisori contabili, avvocati cassazionisticonsulenti del lavoro e professori universitari. 

Altri Servizi

Scopri gli altri servizi offerti dal gruppo. 

Altri Servizi

Scopri gli altri servizi offerti dal gruppo. 

Editoriali